Ex Auchan, serrande chiuse in decine di supermercati per lo sciopero di Natale

423

Un nuovo sciopero e manifestazione a Palazzo Lombardia, oggi, per i lavoratori ex Auchan e Simply, dopo l’acquisizione dei marchi da parte del gruppo Conad. Con Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Lombardia, i lavoratori hanno manifestato chiedendo chiarezza sul proprio futuro. “L’acquisizione della rete di vendita di Auchan e Sma da parte di Conad – sottolineano i sindacati – riguarda 6600 dipendenti in Lombardia, di cui 3100 non inclusi nel progetto di passaggio. Ben 650 solo nella sede di Rozzano; oltre 1.000 nei 7 ipermercati sul territorio che ancora non hanno trovato una destinazione”. Negli ipermercati si prevede una riduzione delle superfici dei punti vendita mediamente del 30-50% – spiegano Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Lombardia -. E questo significa un forte rischio che Conad crei una una company dove abbandonare i lavoratori in esubero. Nei negozi già passati, i lavoratori stanno soffrendo per un peggioramento delle condizioni di lavoro (orari di lavoro, turni, festività. Al presidio, anche esponenti del Pd, tra cui il capogruppo in Regione, Fabio Pizzul, la consigliera comunale Elena Buscemi e la segretaria metropolitana Silvia Roggiani: “Alziamo la voce perché si scongiuri il licenziamento e si arrivi il prima possibile ad una soluzione che tuteli lavoro e diritti”