Domestici, due milioni di lavoratori ma solo 850mila in regola

251

Il lavoro domestico coinvolge oltre 2 milioni di lavoratori, di cui solo 859 mila regolari, e 1,5 milioni di famiglie, che consentono allo Stato di risparmiare 10 miliardi per l’assistenza agli anziani. E’ quanto emerge dal Rapporto annuale sul lavoro domestico 2019, pubblicato da Domina (Associazione nazionale famiglie datori di lavoro domestico) ed elaborato dal suo Osservatorio nazionale in collaborazione con la Fondazione Leone Moressa. Il settore – afferma Lorenzo Gasparrini, segretario generale di Domina – ha un’incidenza dell’1,2% sul Pil nazionale ed e’ “la colonna portante dell’assistenza privata italiana con un giro d’affari di miliardi di euro”. Poiche’ si stima un’irregolarita’ del 58,3%, “l’obiettivo primario – afferma Gasparrini – e’ la lotta all’evasione fiscale del settore con misure di defiscalizzazione e di raccordo tra Inps e Agenzia delle Entrate per una maggiore trasparenza sulle assunzioni”.