Coronavirus, tornano a crescere i contagi in Italia

Incremento di 4.492 rispetto a ieri: via al bando per infermieri

249

Complessivamente 80.589 persone in Italia sono risultate positive al coronavirus finora. Attualmente sono 62.013 le persone positive, con un incremento di 4.492 rispetto a ieri. Lo ha reso noto la Protezione Civile. Sono 10.361 le persone guarite, con un aumento di 999 unità . I deceduti sono 8.215, 712 in più rispetto al dato complessivo del giorno precedente, ma questo numero potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso. “Sono 3.612 i pazienti in terapia intensiva (+123)”. Lo dice il coordinatore del comitato tecnico-scientifico della Protezione civile, Agostino Miozzo, in conferenza sul coronavirus.

Ipotesi accumulo di tamponi
“Stiamo analizzando l’incremento di oggi, giunto dopo qualche giorno di calo – ha detto Miozzo – abbiamo parlato anche con le regioni del Nord, è possibile che sia dovuto a un accumulo di tamponi dei giorni scorsi processati più tardi. Ma è un’ipotesi, stiamo valutando”.

Via al bando infermieri
Intanto da ieri alle 20 è aperto online l’appello per reclutare infermieri, all’indirizzo infermieripercovid.protezionecivile.it. Nei prossimi giorni speriamo di aggiungere un numero importante di infermieri per dare respiro ai colleghi sui territori”.

L’Oms: continuare l’isolamento
«È fondamentale continuare con l’isolamento domiciliare per quanto possibile, in riferimento alle condizioni cliniche, dei paucisintomatici anche per diminuire la pressione sulle strutture sanitarie che devono essere dedicate alle casistiche più grave». Così Ranieri Guerra, direttore vicario dell’Organizzazione mondiale sanità (Oms) in conferenza stampa alla Protezione civile.