Coronavirus, la Cisl chiede sostegno economico per i lavoratori costretti a casa

242

“La Cisl chiede al Governo una misura immediata e generalizzata di sostegno al reddito per tutti i lavoratori coinvolti dalle ordinanze relative al conoravirus. Persone impossibilitate a svolgere la prestazione lavorativa a causa dei divieti di spostamento o di sospensione stessa delle attivita’, sulle quali non deve ricadere alcuna perdita di retribuzione, ne’ la costrizione ad utilizzare giornate di ferie o malattia”. Lo afferma in una nota Luigi Sbarra, segretario generale aggiunto Cisl. “Esistono strumenti ordinari che possono essere utilizzati, come la Cassa integrazione ordinaria e il Fondo di integrazione salariale – aggiunge il sindacalista -. Va pero’ posta molta attenzione alle causali e alle procedure, che vanno adeguate alla particolare circostanza, come pure all’ambito di applicazione di queste leve, che non e’ generalizzato, e alle risorse necessarie, che potrebbero essere insufficienti qualora l’emergenza dovesse prolungarsi”.