Cgia: “Uno su tre da assumere non si trova, il 14% è impreparato”

137

Su poco meno di 500 mila assunzioni previste per gennaio di quest’anno, il 32,8% degli imprenditori italiani ha segnalato difficolta’ a “coprire” 151.300 posti di lavoro. Nel 15,7 per cento dei casi a causa della mancanza di candidati (per 72.500 posti di lavoro) e per un altro 13,8 per cento a causa della scarsa preparazione (circa 63.700 posti). E’ quanto emerge dall’elaborazione effettuata dall’Ufficio studi della Cgia – sui risultati emersi dall’indagine condotta sulle entrate programmate dagli imprenditori a gennaio 2020 dall’Unioncamere-Anpal, Sistema informativo Excelsior. Sebbene la congiuntura non sia delle migliori – sottolinea la Cgia – e gli effetti economici del coronavirus siano ancora difficilmente quantificabili, gli imprenditori, in particolar modo a Nordest, continuano a trovare molte difficolta’ nel reperire personale, soprattutto qualificato.