Carenza di vigili urbani, ecco il concorso per 138 assunzioni

273

Per la prima volta sara’ indetto dalla Regione Emilia-Romagna un concorso unico per l’assunzione di 138 vigili urbani: dopo il periodo di formazione prenderanno servizio in 20 amministrazioni locali tra Comuni, Unioni di Comuni e Province dell’Emilia-Romagna. Il bando verra’ pubblicato domani e la procedura si concludera’ a luglio con l’approvazione della graduatoria finale. La novita’, come spiega la Regione in una nota, consentira’ di reclutare personale qualificato con un risparmio senza precedenti. L’intera procedura costera’ infatti alla Regione e agli enti locali coinvolti circa 850.000 euro, “contro gli oltre due milioni di euro che sarebbero stati necessari per una selezione su base territoriale, fatta cioe’ dai singoli Comuni che hanno necessita’ di assumere agenti di Polizia locale”. Per selezionare ogni singolo nuovo agente il costo sostenuto sara’, in media, di 6.000 euro contro i 14.500 spesi quando ogni Comune bandiva un proprio concorso. “Un risparmio di costi per oltre un milione di euro e un percorso innovativo per l’assunzione e l’inserimento lavorativo di 138 agenti di polizia locale- commentano il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l’assessore al Bilancio Emma Petitti- sono i punti di forza di questa procedura che proprio in questi giorni verra’ bandita dalla Regione. Sappiamo bene il ruolo fondamentale che ha la polizia locale”, proseguono Bonaccini e Petitti. Per questo “abbiamo voluto puntare sulla valorizzazione e sulla formazione di figure professionali che saranno al servizio di tutti i cittadini emiliano-romagnoli. Formazione che terra’ conto di tutte le esigenze di assistenza e sicurezza delle nostre comunita’, e di presidio del territorio, nell’ambito ovviamente delle competenze che abbiamo come Regione ed enti locali e in stretta collaborazione con le autorita’ di pubblica sicurezza e le forze dell’ordine”.