Caos Isa, i commercialisti italiani incrociano le braccia

Agitazione di categoria lunedì 30 settembre e martedì 1 ottobre come segno di protesta in merito agli Indicatori di affidabilità fiscale

226

I commercialisti incrociano le braccia lunedì 30 settembre e martedì 1° ottobre come segno di protesta in merito al caos Isa, gli Indicatori di affidabilità fiscale. Come si legge nella nota congiunta delle associazioni nazionali dei commercialisti Adc – Aidc – Anc – Andoc – Fiddoc – Sic ­- Unagraco – Ungdec – Unico:

Il disagio dei professionisti, determinato dal proliferare degli adempimenti fiscali, perdura da troppo tempo ed il caos Isa, per il quale le Associazioni nazionali hanno chiesto invano la disapplicazione per l’anno d’imposta 2018 del nuovo sistema, ha senza dubbio aggravato ulteriormente la situazione (…) Le scriventi Associazioni nazionali, nel ribadire la necessità della disapplicazione Isa per il 2018 o, in subordine, la loro applicazione in via facoltativa, rivendicano il rispetto dello Statuto del Contribuente, le cui disposizioni continuano ad essere violate in spregio ai diritti dei cittadini, rivendicano altresì una sistematica e formale consultazione della categoria e delle associazioni che la rappresentano nella formulazione di norme e procedure riguardanti le materie di competenza dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili.