Asl di Bari, al via bando per 108 posti negli ospedali e nei distretti

205

“La sanita’ pugliese sta cambiando volto. Le immissioni in servizio di nuovo personale rappresentano un’autentica boccata di ossigeno per un sistema che sta migliorando”. È quanto dichiara il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano dopo la delibera della Asl di Bari relativa al reclutamento di 108 figure professionali, tra posizioni dirigenziali mediche, veterinarie e sanitarie. “Dopo aver risanato i conti e attuato il piano di riordino, dopo essere riusciti in soli quattro anni a portare i Livelli essenziali di assistenza in Puglia dal penultimo posto in Italia nella parte alta della classifica, adesso siamo in grado di procedere a queste assunzioni fondamentali per migliorare i servizi al cittadino e ridurre le liste di attesa”, ha aggiunto il governatore. I 108 posti a bando riguardano le discipline di anestesia e rianimazione, anatomia patologica, chirurgia vascolare e chirurgia generale, direzione medica di presidio, farmacia territoriale e ospedaliera, igiene epidemiologia e sanita’ pubblica, medicina legale, medicina del lavoro e sicurezza degli ambienti di lavoro, oncologia, organizzazione dei servizi sanitari di base, ortopedia e traumatologia, radiodiagnostica, servizio igiene e assistenza veterinaria. La Asl ha avviato altri bandi di concorso anche per discipline le cui procedure sono attualmente in fase di espletamento (Malattie Apparato Respiratorio, Medicina Interna, Pediatria, Nefrologia, Urologia, Pronto Soccorso, Psichiatria). “È solo una prima fase di reclutamento di personale – dichiara Antonio Sanguedolce, direttore generale della Asl Bari – perche’ seguiranno ulteriori bandi fino al raggiungimento dei posti fissati dal fabbisogno triennale della Asl di Bari non solo per i profili dirigenziali, ma anche per tutto il comparto sanitario e non”.