Altra protesta dei Navigator in Campania, De Luca: “Una buffonata”

239

“Io considero questa dei navigator un’autentica buffonata, una cialtronata che non ha alcun significato”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, intervenuto a Radio Crc, tornando sul tema dei navigator campani per i quali la Regione Campania non intende firmare la convenzione con Anpal. “Queste persone – ha aggiunto De Luca – non hanno partecipato a un concorso per il pubblico impiego, sono semplicemente persone selezionate da Anpal, cioè dal Ministero per il Lavoro. Dovevano essere 6mila, poi diventate 3mila, poi 2.700. Sono consulenti, persone che dovrebbero firmare un contratto di consulenza per due anni e che possono fare tranquillamente il doppio Lavoro. Tra loro ci sono liberi professionisti, giovani con studio professionale che fanno i navigator a tempo perso”. La Regione, ha proseguito De Luca, “dovrebbe chiedere al Ministero del Lavoro l’affiancamento di 450 consulenti, premesso che non ci sono neanche alle Nazioni Unite messe insieme, ma questa richiesta della Regione deve partire dall’esigenza che i centri per l’impiego non ce la fanno a fare il loro Lavoro e quindi chiedi allo Stato un’assistenza tecnica da parte di consulenti. Noi in Campania il Lavoro lo stiamo facendo tranquillamente e non abbiamo bisogno di consulenti. Dovrei fare richiesta per un esercito di consulenti tra i quali c’è gente che fa il doppio Lavoro per non fare niente?”. Secondo De Luca “questa è gente che non sta bene con la testa e io buffonate non ne avallo. Ho detto che la Regione Campania non intende chiedere nulla perché non c’è bisogno di avere centinaia di consulenti a non fare niente. I nostri dipendenti dei centri per l’impiego stanno facendo un Lavoro eccezionale, li ringrazio e ci hanno detto che non hanno bisogno di nulla. Vadano a parlare con Anpal”, ha concluso.