Almaviva, tavolo al ministero per salvare i posti di lavoro

378

“Scongiureremo i licenziamenti”. Così il sottosegretario Stanislao Di Piazza al termine dell’incontro di oggi, a Roma, con sindacati e il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo sulla vertenza Almaviva Palermo. Il prossimo tavolo è stato fissato per gennaio, quando si tornerà a discutere anche del futuro dell’intero comparto del call center. “In questi mesi di lavoro abbiamo profuso il massimo impegno tenendo ferma la priorità di scongiurare quei licenziamenti che sembravano ormai imminenti – afferma Di Piazza – Grazie a questo lavoro e alla volontà delle parti al tavolo, che mi sento di ringraziare, i licenziamenti sono stati scongiurati e le condizioni sono di certo più favorevoli anche se il percorso da fare è ancora lungo e necessiterà di uno sforzo congiunto. Siamo coi lavoratori di Almaviva Palermo e confidiamo di dimostrarlo coi fatti. Oggi col ministro Catalfo abbiamo testimoniato i nostri impegni anche rispetto all’intero settore dei call center. A gennaio riuniremo nuovamente il tavolo su Almaviva e quello sul futuro del comparto”.  “Per il M5S – aggiunge il deputato Adriano Varrica – come testimoniato dalla presenza del ministro Nunzia Catalfo e dall’impegno costante del sottosegretario Steni Di Piazza, il destino di Almaviva a Palermo è prioritario. Bisogna insistere in questo percorso difficile. In parlamento supporteremo questo percorso di rilancio del settore, in linea con gli impegni del governo. Bisogna fare ciò che è possibile per fare rientrare i volumi di lavoro dall’estero e per garantire il futuro dei lavoratori del settore”.