Sud fuori dall’Europa: «Investiamo sulla scuola»

239

«Serve una scuola di qualità che torni a garantire l’ascensore sociale, dal Nord al Sud, e non un ammortizzatore sociale, perfino incompiuto. Al di là del giudizio sui test Ocse Pisa, a preoccuparmi è soprattutto il fatto che ormai da 20 anni sulla scuola italiana non si investe più». Dopo la bocciatura degli studenti, soprattutto meridionali, su lettura, matematica (un po’ meno) e scienze, il ministro 5 Stelle dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, ribadisce a Il Mattino che la scuola tende sempre più a replicare le disuguaglianze del Paese.