Sì del Senato, l’educazione civica torna sui banchi di scuola

Il nuovo provvedimento è stato approvato con 193 sì e 38 astenuti, dopo il via libera di maggio da parte di Montecitorio

161

L’educazione civica torna sui banchi di scuola come materia obbligatoria, con voto in pagella. L’Aula del Senato ha approvato in via definitiva il ddl sull’introduzione dell’insegnamento negli istituti di primo e secondo grado. Valorizzazione dei principi della Costituzione e delle Istituzioni europee, insieme a tematiche come la sostenibilità ambientale, l’educazione alimentare, la promozione della salute e del benessere. Ma anche il rispetto della regole della convivenza civile, da imparare a partire dai banchi di scuola. Sono questi i contenuti del nuovo provvedimento, passato con 193 sì e 38 astenuti, dopo il via libera di maggio da parte di Montecitorio, avvenuto anche quello senza voti contrari. Tra i temi della nuova legge anche quelli del bullismo e del cyberbullismo, con un’attenzione particolare all’educazione alla legalità, al contrasto delle mafie e alla tutela del patrimonio culturale. Spazio inoltre per l’educazione stradale, considerato che proprio nell’età delle superiori ci si avvicina alla patente di guida con le due e le quattro ruote.