Scuole, allarme di Cittadinanzattiva: troppi crolli nell’ultimo anno

Un cedimento ogni tre giorni: mai così tanti dal 2013 durante l'ultimo anno scolastico

223

Un crollo ogni tre giorni di scuola, mai così tanti dal 2013. Lo rivelano i dati di Cittadinanzattiva, che riguardano il periodo fra settembre 2018 e luglio 2019. Meno interessati da questi episodi gli asili nido che presentano uno stato di sicurezza più adeguato rispetto al resto degli edifici scolastici, ma ancora insufficiente: più di due nidi su cinque sono in regola con le certificazioni.

Sono stati 70 gli episodi di crolli e di distacchi di intonaco registrati da Cittadinanzattiva, tramite la stampa locale, nell’anno compreso tra settembre 2018 e luglio 2019. Si tratta di un episodio ogni 3 giorni di scuola, di cui 29 in regioni del Nord (Piemonte 6, Lombardia 16, Emilia Romagna 4, Veneto 2, Trentino Alto Adige 1), 17 nel Centro (Toscana 5, Lazio 10, Umbria 1, Marche 1), 24 nelle regioni del Sud e nelle Isole (Campania 8, Puglia 6, Calabria 2, Sicilia 7, Sardegna 1). Questi episodi hanno provocato il ferimento di 17 persone, tra studenti e adulti. Dal 2013 sono stati registrati, in totale, 276 episodi di questo genere. I dati sono stati presentati il 26 settembre in una conferenza stampa, alla presenza del Ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti che ha sottoscritto un Protocollo di intesa fra Cittadinanzattiva e MIUR finalizzato ad una progettazione congiunta.