Scuola, sindacati: alta adesione per lo sciopero degli appalti alle pulizie

226

Alta adesione oggi allo sciopero delle lavoratrici e dei lavoratori degli appalti delle pulizie delle scuole statali che sono in attesa del Decreto Ministeriale che definira’ le modalita’ e i numeri delle assunzioni a partire dal 1 gennaio 2020. Il presidio a Piazza Montecitorio, organizzato da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti – rendono noto i sindacati – ha visto la partecipazione di tanti lavoratori provenienti da tutta Italia e arrivati a Roma per reclamare a gran voce i loro diritti. “Nessuno resti escluso” e’ questo il messaggio che la piazza vuole mandare al Governo, “siamo favorevoli al decreto di internalizzazioni e ne attendiamo la definizione, ma vogliamo che tutti i lavoratori vengano coinvolti nel piano di assunzione”, affermano i sindacati che dopo l’incontro al Ministero della scorsa settimana, hanno confermato lo sciopero per mantenere alta l’attenzione sul tema. “Le imprese – dicono i sindacalisti – hanno aperto la procedura di licenziamento collettivo per tutti i 16mila lavoratori e il Governo e la politica devono intervenire: non e’ accettabile che un percorso che puo’ mettere fine ad anni di difficolta’ si concluda con la perdita di posti di lavoro di migliaia di lavoratrici e lavoratori. Confermiamo la disponibilita’ a trovare soluzioni per tutti – affermano le organizzazioni sindacali di categoria – nel segno della solidarieta’ e dell’inclusione e che rappresentino una risposta complessiva al tema della precarieta’, per non dividere e contrapporre i lavoratori”.