Scuola, l’Anief chiede più ore di lezioni e l’estensione dell’obbligo scolastico

26

Secondo l’indagine Ocse-Pisa solo il 5% dei quindicenni ha una comprensione totale di ciò che legge. Male anche in scienze, meglio in matematica. Uno studente su quattro ha difficolta’ a confrontarsi con materiale non familiare o di una certa lunghezza e complessita’ e, di solito, ha bisogno di essere sollecitato con spunti prima di potersi impegnare con un testo. Secondo l’Anief “sono i dati negativi piu’ recenti in ordine di tempo. Ma ce ne sono altri che fanno ritenere che non siano criticita’ isolate per quanto riguarda l’apprendimento e la formazione degli studenti italiani”. L’Anief non resta a guardare e ha indicato azioni da intraprendere al Parlamento, anche attraverso la Legge di Bilancio 2020, a cominciare dagli organici e dal tempo scuola da incrementare. In particolare, il sindacato ha chiesto di modificare la manovra di bilancio in modo da prevedere l’adeguamento dell’organico di fatto all’organico di diritto “anche sui posti in deroga di sostegno e per le sezioni primavera nonche’ alle effettive esigenza della comunita’”, da attuare “anche sui posti relativi alle sezioni primavera”.