Scuola, il sondaggio: “Il 33% dei ragazzi non sa dove si trova Auschwitz”

231

Il 37% dei ragazzi intervistati non ha idea di come sia morto Adolf Hitler (suicida nel suo bunker di Berlino), percentuale che sale al 54% se si analizzano solamente le risposte degli studenti delle scuole medie. Il 33%, poi, non sa dove si trovi Auschwitz (alle medie si arriva al 50%): tra le alternative, il 19% lo colloca in Germania, l’8% in Austria. E ancora, oltre il 20% non conosce il motivo per il quale si celebri la Giornata della Memoria il 27 gennaio (data della liberazione proprio del campo di concentramento di Auschwitz). Sono alcuni dei risultati di un sondaggio, svolto da Skuola.net, tra gli studenti per capire quanto sia arrivato alle nuove generazioni del dramma della Shoah. La scritta ”Il lavoro rende liberi” (Arbeit macht frei)? Solo il 67% sa che era affissa all’entrata di numerosi lager nazisti, su tutti quello di Auschwitz: per il 5% si può leggere sui resti del Muro di Berlino, per il 4% in cima alla Statua della Libertà. Non solo. Il 42% non ha idea di chi sia Liliana Segre, senatrice a vita ma soprattutto superstite della Shoah e di questi il 4% pensa addirittura sia il ministro dell’Istruzione. Ma come mai gli studenti scivolano così facilmente su un tema centrale come questo? Secondo il sondaggio di Skuola.net, per un ragazzo su 2 la colpa è da attribuire in primis alla scuola; secondo loro, infatti, negli istituti l’argomento si tratta poco o male. Non c’è quindi da stupirsi se il 47% degli alunni non ha i propri docenti come fonte primaria di nozioni sull’Olocausto ma utilizzi altri mezzi per colmare le lacune, su tutte Internet (9%) e la Tv (7%). Anche le famiglie, però, sono un buon veicolo per la memoria (6%).