Scuola, i sindacati chiedono una veloce abolizione della “chiamata diretta”

282

“Il disegno di legge per l’abrogazione della chiamata diretta, faticosamente licenziato dal Senato, non e’ stato ancora neppure calendarizzato tra i provvedimenti all’esame della Commissione Istruzione della Camera”. Lo dichiara Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, precisando che “a distanza di un anno e mezzo dall’insediamento del Parlamento, costituito da una larga maggioranza di movimenti e partiti che si erano impegnati per la cancellazione di alcune parti della legge 107-2015, purtroppo dobbiamo constatare che di quelle promesse si e’ realizzato ben poco a livello legislativo”. Secondo Di Meglio e’ stato ottenuto “un parziale successo con il contratto sulla mobilita’, che ha vanificato la chiamata diretta, ma resta il fatto – conclude – che il mancato intervento legislativo crea una situazione di incertezza del diritto. Ci auguriamo, dunque, che si giunga in tempi accettabili a risultati concreti”.