Scuola, i sindacati chiedono corsie vaccinali anche per i precari

56

“Si parla molto di vaccinazioni obbligatorie pur sapendo che in molte regioni non e’ stato ancora ridefinito il programma vaccinale con una particolare attenzione per il personale scolastico. In Calabria o in Liguria o in altre regioni, si deve partire al piu’ presto, con mezzi e strumenti straordinari”. A dirlo e’ Maddalena Gissi, segretario Cisl Scuola, in una nota. “Segnalo poi – aggiunge – una grave dimenticanza della struttura di Governo : lo scorso anno ci sono stati 220.000 precari. Sono uomini e donne che hanno lavorato tra gli alunni e molti saranno nuovamente in classe per garantire la copertura delle tante cattedre vacanti. I docenti e gli Ata a tempo determinato devono essere inseriti nel programma del Generale Figliuolo da subito. Sono giovani e saranno il futuro della nostra Scuola”. “Sarebbe opportuno – conclude – pensare che anche coloro che devono affrontare un concorso, dovrebbero essere vaccinati . Dobbiamo prevenire i problemi con molta lungimiranza. La Scuola in presenza e’ l’obiettivo comune , dobbiamo crederci tutti”.