Scuola, da Anief emendamenti per il reclutamento dei docenti

46

L’Anief ha presentato una serie di emendamenti al Dl di Bilancio 2020, in particolare all’art.28. In particolare l’estensione del doppio canale di reclutamento alle graduatorie d’istituto e trasformazione in graduatorie provinciali; il valore del diploma magistrale per la partecipazione ai concorsi, conferma dei ruoli, proroga contratti in essere; la formazione iniziale e le prove suppletive concorso docenti. Secondo il sindacato, l’attuale situazione di precariato e abuso di contratti a tempo determinato richiedono una semplificazione urgente delle procedure di reclutamento del personale docente in possesso di abilitazione con l’utilizzo appieno del doppio canale di reclutamento attraverso l’inserimento di suddetto personale nelle graduatorie ad esaurimento. Inoltre, occorre una norma che garantisca la continuita’ didattica e ponga un limite alla reiterazione dei contratti. A tale scopo, in assenza di personale abilitato da chiamare dalle graduatorie ad esaurimento, risulta necessario assumere in ruolo dalle graduatorie d’istituto, trasformate in provinciali, con la conferma nei ruoli dopo il superamento dell’anno di prova.

Per L’anief in considerazione dell’ormai consolidata esperienza di insegnamento del personale in possesso del titolo di diploma magistrale oltre che per ragioni di continuita’ didattica risulta opportuno consentire la partecipazione al nuovo concorso ordinario del personale in possesso di questo titolo, confermare i contratti a tempo indeterminato stipulati con clausola rescissoria per i docenti che abbiano superato l’anno di prova per acquiescenza della P.A. e per la valutazione positiva espressa dagli organi collegiali, per garantire la continuita’ didattica gia’ prevista per il solo anno scolastico 2018/2019. Il sindacato sottolinea anche la necessita’ di migliorare e snellire le procedure di accesso al mondo della scuola e di avviare nuovi percorsi di formazione iniziale per contenere il numero di supplenti, facilitare l’accesso alla carriera scolastica e invertire le graduatorie internazionali sull’anzianita’ dei docenti. Infine, l’Anief propone una prova suppletiva dopo che il Tar ha annullato l’ultimo concorso ordinario a cattedra laddove ha impedito la partecipazione dei candidati in possesso di laurea.