Scuola, Bussetti annuncia un miliardo e mezzo per la sicurezza dell’edilizia scolastico

187

Il ministro dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca, Marco Bussetti, ha annunciato lo sblocco di “fondi per l’edilizia scolastica di comuni e province”. Bussetti lo ha detto nel suo discorso a palazzo Chigi in occasione della cerimonia di firma di accordi fra il Miur, la Banca europea per gli investimenti (Bei), la Banca di sviluppo del Consiglio d’Europa (Ceb) e Cassa depositi e prestiti (Cdp), in materia di edilizia scolastica, con il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. “Dobbiamo fare bene e presto – ha aggiunto – Sigliamo oggi la collaborazione con istituzioni finanziarie che sostengono il governo italiano per migliorare l’edilizia scolastica. Gli accordi che sottoscriviamo – ha spiegato -, sono frutto di un gioco di squadra che include anche Cassa depositi e prestiti. I contratti di progetto ammontano a 1,5 miliardi di euro netti per l’edilizia scolastica, ed includono anche fondi per nuove costruzioni”.

Le istituzioni finanziarie europee, ha aggiunto Bussetti, “forniscono i fondi direttamente a agli Enti locali per tramite di Cassa depositi e prestiti, senza oneri per Enti locali”. Il titolare del Miur ha poi precisato: “E’ il contratto di progetto di importo maggiore stipulato in edilizia scolastica. Quello di oggi e’ un tassello di un percorso piu’ ampio che proseguira’ fino alla fine del nostro mandato. La sicurezza delle scuole e’ un dovere morale, se non sappiamo proteggere i nostri figli abbiamo fallito – ha rimarcato Bussetti prima di concludere: “C’e’ ancora molto da fare. Dobbiamo eliminare i vari passaggi e le lungaggini burocratiche sull’assegnazione dei fondi”.