Scuola, arrivano i percorsi formativi triennali per gli studenti Under 18

205

Percorsi triennali per giovani under 18 che, dopo le scuole medie scelgono di adempiere all’obbligo di istruzione inserendosi nella formazione professionale per raggiungere una qualifica. A presentare progetti per rinnovare, per l’anno scolastico 2020-2021, l’offerta di IeFP (istruzione e formazione professionale) a completamento dell’obbligo di istruzione sono invitate le agenzie formative accreditate, in forma singola o associata che risponderanno all’avviso pubblicato dalla Regione. La domanda dovra’ essere presentata fino alle ore 23:59 del 30 settembre. L’avviso rientra nell’ambito di Giovanisi’, il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani e saranno finanziati dalla Regione per 6 milioni e 530 mila euro (fondi legge144/99). “Il finanziamento di percorsi triennali di istruzione e formazione professionale realizzati ad opera delle agenzie formative accreditate – spiega l’assessore a istruzione, formazione e lavoro Cristina Grieco – si colloca nel sistema complessivo dell’offerta regionale”. “E’ finalizzato a garantire l’assolvimento dell’obbligo di istruzione e del diritto-dovere all’istruzione e formazione, a favorire il successo scolastico e formativo e ridurre la dispersione scolastica, a facilitare la transizione tra sistema della formazione professionale e mondo del lavoro, anche attraverso la promozione di modalita’ di apprendimento ed esperienze in contesti lavorativi ed a fornire, infine, una risposta coerente ai fabbisogni formativi e professionali dei territori. Uno dei requisiti dei percorsi formativi e’ infatti la rispondenza alla struttura del sistema produttivo locale”. I progetti di IeFP possono essere presentati dagli organismi formativi accreditati in forma singola o associata (consorzi, fondazione, retio associazioni temporanee di imprese) o altra forma di partenariato. Per la realizzazione dei progetti e’ necessario che tutti i soggetti attuatori di attivita’ formative siano in regola con la normativa sull’accreditamento nell’ambito “obbligo d’istruzione”. Ciascun organismo formativo puo’ presentare al massimo 8 progetti.