Scuola, Anief: “Allargare la procedura del call veloce”

246

“La procedura, introdotta col Decreto Scuola convertito nella Legge 159/2019, prevede che i supplenti presenti nelle graduatorie di merito e nelle GaE possano essere immessi in ruolo, su base volontaria, anche in un’altra regione diversa dalla propria, attraverso un elenco utile esclusivamente per assegnare i tanti posti vacanti che altrimenti andrebbero a supplenza. La ministra dell’Istruzione si e’ subito impegnata per realizzare in breve tempo il decreto attuativo, comprendente il nuovo regolamento per velocizzare questo genere di convocazioni, il quale permetterebbe di utilizzare proficuamente gli elenchi temporanei che si verrebbero creare gia’ in occasione delle prossime immissioni in ruolo previste nella prossima estate. Anief e’ d’accordo, ma ne va ampliato l’utilizzo”. E’ quanto si legge in una nota dell’Anief. Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, sottolinea: “Sono rimasti appena 8 mila i docenti nelle GaE, quindi bisogna allargare la procedura della ‘Call veloce’ alle graduatorie d’Istituto da cui sono chiamati molti dei supplenti annuali o al termine delle attivita’ didattiche. In questo modo, ridurremmo considerevolmente il numero delle 170 mila supplenze annuali. Abbiamo gia’ il personale della seconda fascia d’istituto abilitato, mentre per quello inserito nella terza fascia, destinatario del ruolo, basterebbe iscriverlo al percorso seguito dai vincitori del nuovo concorso straordinario”.