Scuola, a metà anno migliaia di posti per il sostegno non ancora assegnati

234

“Sul sostegno agli alunni disabili il ministero dell’istruzione continua a navigare a vista, con ritardi ingiustificati ed evidenti effetti negativi sulla qualita’ dell’insegnamento. Se partiamo dal fatto che parliamo di quasi 80 mila cattedre e che l’80 per cento dei docenti di sostegno e’ un precario senza specializzazione in didattica speciale, significa che oltre 60 mila posti vanno assegnati a supplenti privi a volte anche delle competenze necessari. “A fronte di un numero piu’ basso di docenti in possesso della specializzazione per l’insegnamento a questi alunni, la supplenza puo’ essere conferita anche ai docenti senza titolo”, scrive la stampa specializzata. Ecco perche’ occorre organizzare al meglio i corsi di specializzazione che il ministero dell’istruzione si presta a varare, non commettendo gli errori fatti in precedenza dall’ex ministro Marco Bussetti, come gia’ chiesto a chiare lettere nei giorni scorsi dal sindacato Anief”. E’ quanto si legge in una nota dell’Anief.