Istruzione, l’Italia è il Paese che investe di meno in tutta l’Ue

221

“I dati Eurostat relativi al 2018 collocano l’Italia all’ultimo posto in Europa per spese in istruzione, appena l’8,2% a fronte di una media UE del 9,9%. Il nostro Paese investe molto poco anche per la spesa sociale per le famiglie, per le casa popolari e per i servizi per le comunità.In sintesi, non investiamo o investiamo poco e male sui giovani, sul sociale, per contrastare le diverse forme di disagio e la povertà”.Lo afferma il sottosegretario all’istruzione Peppe De Cristofaro.”E’ ora che l’Italia torni a investire con convinzione sulla scuola. – prosegue il sottosegretario di Leu – Il futuro del Paese è delle nostre studentesse e dei nostri studenti”.”Ma ci sarà anche un nesso tra questi pochi investimenti, la povertà educativa, gli abbandoni scolastici, l’analfabetismo funzionale e i nostri comportamenti individuali – conclude De Cristofaro – al tempo del coronavirus?”