Il ministro: “Scuole aperte in estate, ma solo per chi vorrà e non andrà in vacanza”

64

“È bello pensare che i ragazzi che non si possono permettere le vacanze in costosi villaggi turistici possano fare attività ludico-ricreative e culturali nella loro Scuola visto che ne sono stati privati per molte settimane”. Lo ha detto il sottosegretario all’Istruzione, Rossano Sasso, ospite del programma TGtg su Tv2000. “Le attività didattiche – ha spiegato Sasso a Tv2000 – non si allungheranno ma termineranno, come al solito, entro la prima decade di giugno. Questo anno però diamo la possibilità di tenere le nostre scuole e istituti aperti al servizio del territorio su base volontaria con il coinvolgimento di associazioni di volontariato”.