Il ministro: “Nuova scuola punti su digitale, sostenibilità, formazione”

104

Guardando al periodo post Covid, l’Italia dovrà “disegnare una nuova scuola, in cui i nostri ragazzi possano cogliere tutti gli strumenti del nostro tempo, per disegnare una nuova comunità”, una scuola “non solo attenta all’ambiente, non solo capace di usare tutti gli strumenti, ma soprattutto attenta alla costruzione della comunità: una comunità che deve essere in grado di muovere tutte le energie vitali del Paese, di andare oltre il nostro Paese e questa fase pandemica”. Così il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, in un video messaggio che ha aperto l’appuntamento “scuola, motore della crescita. Obiettivo Sviluppo digitale” di ForumPa 2021. “Sulla sfida digitale – ha ricordato Bianchi – il Ministero ha un programma di grandi dimensioni, in cui la scuola digitale non è solo la capacità di usare nuovi strumenti per confermare i temi a noi cari, ma il mondo per innovare nel profondo la nostra scuola”. “Sul tema della sostenibilità abbiamo già varato un programma per l’educazione alla sostenibilità, che è un contributo importante ad andare verso una nuova scuola. Il terzo tema – ha concluso il ministro – è la formazione, che dopo la pandemia è una sfida per tutto il Paese, non solo tornare a una normalità preesistente”.