I sindacati: “Si torni a scuola solo il 15 aprile”

235

“Chiediamo al Governo di far tornare alunni e personale scolastico-universitario esattamente un mese dopo l’attuale data di rientro, il 15 aprile, anziche’ il 16 marzo. Tenere lontani da scuola piu’ di nove milioni di individui, chiedendo loro di rientrare direttamente dopo le vacanze pasquali, e’ fondamentale per contenere il contagio del virus”. Lo dice il leader dell’Anief Marcello Pacifico. “Gli scienziati concordano su questo. Nello stesso periodo, sara’ possibile monitorare se si arrivera’ a una riduzione di contagi, come tutti speriamo, oppure se l’emergenza continuera’. Non c’e’ alcun motivo valido per cui le scuole debbano rimanere aperte: non svolgono attivita’ che rendono servizi diretti al pubblico, la didattica in presenza e’ sospesa, la sanitizzazione e’ a opera di ditte specializzate e non coinvolge il personale Ata. In compenso, alunni, docenti e personale tutto, parliamo di oltre nove milioni di cittadini, hanno meno possibilita’ di contagiarsi”, conclude il sindacalista autonomo.