Diplomati magistrali, via libera all’interno delle graduatorie

263

Dopo 14 anni di “eccesso di potere” (come da parere del Consiglio di Stato), finalmente nel 2014 il MIUR è stato costretto ad ammettere che i diplomati magistrale, in possesso di un titolo da sempre definito abilitante all’insegnamento e che quindi, la collocazione nelle graduatorie di istituto di terza fascia (riservate ai docenti non abilitati) era illegale. L’atto successivo (ormai dovuto) è stata la collocazione nella seconda fascia (personale abilitato ma non iscritto in GAE).

Un centinaio di insegnanti ha partecipato il 14 febbraio al presidio davanti all’Ufficio Scolastico Regionale organizzato da CUB Scuola Università Ricerca con gli altri sindacati di base della scuola e ai coordinamenti precari che hanno indetto una giornata di sciopero. Tra le motivazioni: l’immissione in ruolo dei precari, la condizione delle maestre diplomate magistrali, la vicenda della scuola primaria Gianelli che il Comune ha destinato a centro per l’istruzione degli adulti Cpia1.