Coronavirus, nel decreto la norma salva anno scolastico. Tre colori per aree del contagio

228

“Abbiamo adesso concluso la riunione, domani mattina pubblicheremo il nuovo Dpcm in pieno raccordo con le valutazioni dei governatori. C’è un clima di grande collaborazione”, ha detto il premier Giuseppe Conte uscendo dalla Protezione Civile. Via le ‘zone gialle’ e individuazione di singole città da equiparare o meno allo status delle tre regioni più colpite dal Coronavirus, con le stesse restrizioni: è uno dei provvedimenti contenuti nella bozza del Dpcm che il comitato tecnico-scientifico sta valutando ai fini della stesura definitiva dello stesso decreto. A quanto si apprende, alcune aree come quelle di Pesaro-Urbino e Savona – su richiesta dei rispettivi governatori – , potrebbero far parte dell’elenco di queste città da equiparare alle regioni cluster.

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha convocato le associazioni delle imprese e i sindacati per mercoledì 4 marzo a Palazzo Chigi sull’emergenza Coronavirus alle 16. Nei giorni scorsi sindacati e imprese avevano scritto al premier una lettera in cui si chiedeva di lavorare per procedere a una rapida normalizzazione e far ripartire le attività ora bloccate. Perdite stimate per l’economia italiana tra 9 e 27 miliardi – Una diminuzione del pil italiano compresa tra -1% e -3% nel primo e secondo trimestre 2020. E’ questa l’indicazione degli effetti sull’economia del coronavirus secondo il Ref Ricerche che quantizza la perdita di Pil tra i 9 ed i 27 miliardi. La stima considera l’impatto nelle regioni italiane, con effetti immediati e di più lunga durata, a seconda del settore considerato. Lombardia e Veneto, le regioni più interessate, spiega il Ref, contano per il 31% del pil italiano.

Il decreto, slitta la precompilata, stop a bollette: le misure per la zona rossa,sospese cartelle, 350 mln a export. Dalla sospensione delle cartelle, agli aiuti per le imprese, fino allo slittamento della precompilata e all’anno scolastico salvo anche se più breve di 200 giorni. Il governo ha varato, salvo intese, il primo decreto di aiuti economici per aziende e cittadini delle zona rossa, quella più interessata al coronavirus. Il decreto riguarda i comuni di Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione d’Adda, Codogno,Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini e Vo’ ma in alcuni punti prevede misure più estese.