“Anche in questi giorni abbiamo letto racconti ingiusti a carico della scuola. Riferimenti a docenti che non vogliono sottoporsi al test sierologico, che non vogliono svolgere i percorsi di integrazione e recupero degli apprendimenti, che vogliono dichiararsi in massa lavoratori fragili per non tornare in aula”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, riferendo alla Camera in occasione della ripresa delle attività scolastiche. “Come ho avuto modo di dire anche ieri in Senato, sulla scuola si fanno troppe semplificazioni e narrazioni al ribasso che, in casi come questi, rischiano persino di danneggiare un’intera categoria, quella dei docenti, che tanto ha dato e continua a dare alle nuove generazioni. Come ho spiegato nella lettera inviata al personale scolastico – ha concluso Azzolina – difenderò sempre il lavoro di chi opera nella scuola, perché ne conosco le responsabilità e le difficoltà. Respingerò sempre con forza le insinuazioni che mirano a gettare discredito sulle istituzioni scolastiche e su chi ci lavora”.