Mafia Capitale: cancellato il 416bis per Buzzi, Carminati e altri 12 imputati

228

La sesta sezione della Corte di Cassazione ha accolto la richiesta delle difese e ribaltato la sentenza di appello del processo Mafia Capitale: l’associazione capeggiata da Massimo Carminati e Salvatore Buzzi non fu Mafia. La sentenza della corte di Appello sul punto è stata annullata dalla Cassazione senza rinvio. I giudici hanno cancellato il 416bis, il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso per Carminati e Buzzi ed altri 12 imputati. Per gli ermellini le associazioni di Buzzi e Carminati sarebbero due associazioni distinte. Gli “ermelini” avevano al vaglio la posizione di 32 imputati, di cui 17 condannati dalla Corte d’Appello di Roma, lo scorso anno, a vario titolo per mafia (per associazione a delinquere di stampo mafioso, o con l’aggravante mafiosa o, ancora, per concorso esterno ndr). L’accusa, mossa dalla procura di Roma, ruotava attorno alla costituzione di una “nuova” mafia, con propaggini nel mondo degli appalti della Capitale. Mercoledì scorso la procura generale della Cassazione aveva chiesto la sostanziale convalida della sentenza d’appello, tesi che non è stata accolta dal collegio giudicante.