Unicredit, finanziamenti al Sud: 5 miliardi a Pmi di turismo e agroalimentare

Il progetto Made4Italy: in Campania i due settori coprono rispettivamente il 13% ed il 5% del Pil

287

“In Campania il turismo vale il 13% del Pil e l’agroalimentare quasi il 5%. Con “Made4Italy” abbiamo messo a disposizione a livello Italia un plafond di 5 miliardi di euro per sostenere le piccole e medie imprese che investono in maniera integrata nei due settori. Anche questa e’ innovazione perche’ vuol dire andare a lavorare sull’eccellenza settoriali del territorio. Qui al Sud ci crediamo molto ed abbiamo presentato il programma in primis in Campania e in Puglia”. Cosi’ Annalisa Areni, regional manager Sud Unicredit, a margine dell’Innovation Days del Sole24Ore a Napoli. “Con ‘Made4italy’ – spiega Areni – UniCredit finanzia con 5 miliardi le pmi italiane per progetti integrati turismo-agroalimentare. Sviluppa il fare rete, in questo modo si sostiene anche arte e ambiente e turismo. Il Sud e’ importante per Unicredit e l’innovazione e’ un driver di crescita per il mezzogiorno. Il nostro sostegno verso le pmi del territorio e’ forte e crediamo che l’innovazione sia uno degli strumenti di crescita per il rilancio degli investimenti, che e’ la vera sfida per la competitivita’ del mezzogiorno”.

“Cerchiamo di porci come advisor a 360° nei confronti dei nostri clienti sia attraverso strumenti tradizionali, sia attraverso strumenti innovativi – continua – Quali sono le richieste delle imprese che vogliono accedere ai finanziamenti? Le imprese cercano sostegno e consulenza ed e’ quello che cerchiamo di fare non solo attraverso l’attivita’ di finanziamento tradizionale, ma anche grazie a strumenti di finanza innovativa, come ad esempio il nostro Bond del mezzogiorno. Un altro esempio sono i minibond, ovvero prestiti obbligazionari di taglio piccolo dai cinque ai 25 milioni rivolti proprio alle piccole e medie imprese. Il nostro compito qui al Sud e’ anche quello di avvicinare le imprese del territorio a questo strumento che permette loro di avere di un canale di finanziamento complementare per sostenere gli investimenti delle pmi. Ma soprattutto puntiamo alla valorizzazione delle numerose eccellenze del territorio attraverso un approccio settoriale”.