Ue: tasso disoccupazione di persone con bassa istruzione al 12,5%

197

Nell’Unione europea, nel 2018, il tasso di disoccupazione delle persone con un basso livello di istruzione e’ stato del 12,5 per cento e del 3,9 per cento per quelle con un livello di istruzione superiore, ad esempio il terziario. In Italia, erano rispettivamente del 13,5 per cento e del 5,8 per cento. Il divario nei tassi di disoccupazione per questi due livelli di istruzione nell’Ue e’ aumentato dal 2002 al 2018, da 5,8 punti percentuali a 8,6 punti percentuali. Questi i dati di Eurostat, l’Ufficio di statistica dell’Ue, che dimostrano che i tassi di disoccupazione variano considerevolmente in base al livello di istruzione conseguito, tendendo ad essere piu’ elevati per le persone con livelli di istruzione inferiori rispetto a quelli con un livello di istruzione superiore. Tra gli Stati membri dell’Ue, il divario e’ stato particolarmente pronunciato nel 2018 in Slovacchia (24,8 punti percentuali), Lituania (16,4 punti percentuali) e Lettonia (13,3 punti percentuali), mentre il divario minore era a Cipro e in Portogallo (entrambi 2,2 punti percentuali). In Italia, la disoccupazione tra le persone con un basso livello di istruzione e’ stato del 13,5 per cento, il dato piu’ basso dal 2014 quando era al 15,2 per cento, e del 5,8 per cento per quelli con un livello superiore, il dato piu’ basso dal 2014, quando era del 7,6 per cento.