Traffico aereo a Fiumicino, ancora -30% dei livelli preCovid

92

Progressiva ripresa del traffico aereo, con particolare riferimento al segmento domestico e Schengen. Lo rende noto Aeroporti di Roma. Nel mese di luglio è stata registrata una progressiva ripresa del traffico, con particolare riferimento al segmento domestico e Schengen, “anche a seguito dell’introduzione del Digital green certificate, mentre si osserva ancora una persistente debolezza dei flussi extra Ue, anche in relazione alle misure restrittive tuttora in atto”. Soprattutto in conseguenza di quest’ultimo elemento, nel complesso i volumi di traffico di Fiumicino rimangono ancora molto distanti dalla normalità: il mese di luglio ha infatti evidenziato flussi mediamente pari a circa il 30 % dei livelli pre-covid, crescenti verso la fine del mese con picchi di circa 53mila passeggeri al giorno.

“L’assetto infrastrutturale corrente ha sinora previsto una coerente parzializzazione della capacità con l’operatività concentrata sul Terminal 3, che garantisce oltre il 60% della capacità terminal di Fiumicino, e su aree di imbarco che garantiscono oltre il 75 % della capacità e circa il 90% degli imbarchi a pontile, senza l’utilizzo degli autobus”, spiega Adr. Tuttavia, secondo piani già prestabiliti dalla società ed in relazione al costante monitoraggio dei livelli di traffico operati e prevedibili, Adr ha già previsto la riapertura del Terminal 1 dello scalo di Fiumicino nella prima metà di agosto, in una logica di massimizzazione dei livelli di servizio all’utenza.