Sostegno alle “imprese creative”: stanziati 4,5 milioni di euro

190

Sostegno alle imprese creative e culturali ubicate nell’area del sisma, il bando verra’ pubblicato a fine mese e si chiudera’ il 29 novembre. La Regione ha stanziato infatti 4,5 milioni di euro del Por Marche-Fesr a favore delle attivita’ della filiera culturale, turistica, creativa, dello spettacolo e delle produzioni tradizionali. Le imprese possono presentare progetti in forma singola o di reti di impresa e dovranno essere ubicate nelle aree del cratere marchigiano. Nell’ambito delle reti di impresa e’ ammessa anche la partecipazione di attivita’ collocate fuori dalle zone terremotate nella misura non superiore al 30% del totale dei soggetti partecipanti. “Un’azione che fa parte a pieno titolo del Piano strategico di sviluppo che la Regione sta portando avanti- spiega il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli- e che, insieme ad altri interventi, fa ricostruzione. La ricostruzione si fa anche rafforzando e rilanciando il tessuto produttivo oltre che riparando gli edifici, perche’ costituisce appunto il tessuto connettivo delle societa’, occupando persone, valorizzando le produzioni, collegando in maniera virtuosa i sistemi. E la grande risposta che abbiamo avuto con il bando precedente sta a dimostrare che le comunita’ ci credono”. Al bando precedente per il sostegno alle imprese creative, che finanziava interventi per un importo di oltre 6 milioni di euro, le domande presentate sono state 108 tra imprese singole ed aggregazioni di impresa. Per quanto concerne le imprese singole sono stati finanziati 41 progetti su un totale di 67 progetti ammessi (2,4 milioni) mentre per le reti di impresa sono stati finanziati 21 progetti a fronte di 36 ammessi (3,7 milioni). “Un messaggio forte lanciato attraverso strumenti concreti per far comprendere che la Regione e’ sempre accanto a chi si impegna per far rinascere e far crescere le aree colpite- spiega l’assessore regionale alla Cultura Moreno Pieroni-. Ancora una volta, come e’ accaduto per il bando sulla riqualificazione delle strutture ricettive con 60 domande tutte finanziate, una scelta e una volonta’ precisa da parte della Regione di creare indotto economico e migliorare allo stesso tempo la nostra offerta turistico-culturale”. Restando in tema di rilancio delle aree terremotate l’assessore Pieroni ha sottolineato che “stiamo monitorando gli ultimi dati del 2019 e sono dati positivi anche all’interno del cratere nonostante una scarsa presenza di strutture ricettive” mentre il presidente Ceriscioli ha aggiunto che al premier Conte “abbiamo chiesto di approvare strumenti straordinari per la ricostruzione”.