Solo il 31% delle famiglie riesce a risparmiare, aumenta la sfiducia

Per almeno per il 26% delle famiglie tutte le risorse sono assorbite dalla spese correnti

93

Le famiglie italiane investono sempre meno in strumenti finanziari: nel corso del 2018 questi investimenti hanno subito una contrazione de 3,1 per cento. Solo il 30% delle famiglie riesce a investire, una percentuale che negli ultimi 5 anni è rimasta invariata. Per la prima volta dal 2014 è lievemente salito il tasso di risparmio, pari al 10% della ricchezza netta degli italiani (contro oltre il 12% della media Ue), ma di pari passo si è erosa dal 33 al 31% la percentuale di coloro che riescono a risparmiare con regolarità.

Ovviamente sono sempre loro, le famiglie più abbienti le quali, anche in virtù del benessere e di una tradizione di cultura finanziaria familiare, mostrano maggiori cognizioni e abilità in materia di investimenti. Per gli altri (almeno per il 26% delle famiglie) le risorse sono assorbite dalla spese correnti e, soprattutto, è in forte calo la fiducia in chi tutela il risparmio o è pagato per farlo fruttare: un tasso di sfiducia che ormai investe il 60 per cento delle famiglie italiane.

(ilsole24ore.com)