Rottamazione-ter, prima rata in scadenza per 1,2 milioni di italiani

C'è tempo fino al 31 luglio per iniziare a pagare le cartelle

193

Manca poco alla scadenza per pagare la prima rata della ‘rottamazione-ter’ delle cartelle. La scadenza, che interessa circa 1,2 milioni di contribuenti è fissata per il 31 luglio: ne possono beneficiare tutti quelli che entro lo scorso 30 aprile hanno aderito alla definizione agevolata prevista dal decreto legge 119 del 2018 (disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria) e ai quali l’Agenzia delle entrate-Riscossione ha inviato la ‘Comunicazione delle somme dovute’, cioè la lettera di risposta con il dettaglio degli importi da pagare e i bollettini delle rate secondo il piano di pagamenti scelto in fase di adesione.

 

Nei giorni scorsi l’Agenzia delle Entrate-Riscossione aveva ricordato che i contribuenti ammessi alla ‘rottamazione-ter’ pagheranno il debito residuo, senza sanzioni e interessi di mora. Invece, aveva avvertito, il mancato, insufficiente o tardivo pagamento anche di una sola rata, oltre la tolleranza di cinque giorni prevista per legge, determina l’inefficacia della definizione agevolata, il debito non potrà essere più rateizzato e l’agente della riscossione dovrà riprendere, come previsto dalla legge, le azioni di recupero.