Ristorazione e turismo, sos Confesercenti: 90mila imprese hanno chiuso

Inoltre, quasi 600mila sono in bilico e mezzo milione sono quelle pronte a tagliare posti di lavoro

169

Novantamila imprese tra hotel, bed and breakfast, negozi, bar, ristoranti hanno chiuso i battenti. Quasi 600mila sono in bilico, a rischio se la situazione nei prossimi mesi non dovesse stabilizzarsi e i fatturati non dovessero risalire. E ancora: mezzo milione sono quelle pronte a tagliare posti di lavoro, a tempo indeterminato e non.

È l’ultima allarmante stima nazionale di Confesercenti che rappresenta un milione e duecentomila imprese in tutta Italia. Secondo un sondaggio sottoposto ai loro associati ed elaborato assieme a Swg, il 7 per cento delle attività commerciali, turistiche e di pubblico esercizio ha dichiarato di essere fallito. E quasi un’attività su due è appesa al destino dei prossimi mesi. I bar, i locali e i ristoranti, ad esempio, temono l’autunno, quando i dehors saranno inutilizzabili e bisognerà fare i conti con i soli metri quadri al coperto.

Per avere una mappa della crisi bisogna nuovamente guardare ai dati raccolti da Confesercenti per aree geografiche. L’Italia non appare come un Paese spaccato, ma le Regioni del Nord Est e del Centro Italia sembrano soffrire meno, più grave invece la situazione nelle Isole e al Sud.

(repubblica.it)