Reddito di cittadinanza, stop obblighi ma l’assegno resta con il Coronavirus

302

Coronavirus, moratoria sugli obblighi e i termini previsti dalle regole del reddito di cittadinanza per chi percepisce il sussidio a causa dell’emergenza Covid-19. Lo prevede una bozza al decreto che dovrebbe essere varato oggi dal governo con tutti gli aiuti per imprese e famiglie. Considerata la limitazione degli spostamenti imposti dal decreto anti-Covid 19 appare di difficile attuazione la partecipazione e l’avvio di programmi di politica attiva, dal reddito di cittadinanza all’assegno di ricollocazione, tra gli altri, ma anche per i percettori di Naspi e Discoll e per i beneficiari di integrazioni salariali, si legge nella relazione tecnica al provvedimento.

Al termine del periodo di validità delle misure emergenziali gli obblighi e i termini per la convocazione ai fini della sottoscrizione dei patti verrebbero ripristinati, non dovendosi contare, a tali fini, i giorni di sospensione e fermo restando il riconoscimento del beneficio anche per il periodo di sospensione dei termini, si legge ancora nelle norme in fase di approvazione. Per le medesime ragioni di opportunità sono sospesi anche gli adempimenti in materia di assunzioni obbligatorie le procedure di avviamento a selezione effettuate dalle amministrazioni dello Stato e dagli enti pubblici non economici, i termini per le convocazioni da parte dei centri per l’impiego per la partecipazione ad iniziative di orientamento nell’ambito del patto di servizio personalizzato.