Reddito di cittadinanza, stop a una famiglia su dieci

Secondo l'Inps la causa sta nella mancata integrazione della domanda dopo i sei mesi transitori, come previsto dalla legge

224

Stop al reddito di cittadinanza per una famiglia su dieci, circa 100mila nuclei dei 943mila che attualmente lo ricevono. La causa, stando alle parole dell’Inps, è la mancata integrazione della domanda dopo i sei mesi transitori, come previsto dalla legge. L’istituto per la previdenza sociale nelle scorse settimane ha inviato l’avviso tramite sms a 520mila famiglie beneficiarie del reddito o della pensione di cittadinanza. Solo l’80-81% della platea interessata ha risposto alla richiesta di adeguamento: il restante 19% – circa 100mila famiglie, di cui la metà extracomunitarie (circa 53 mila) – dovrebbe non ricevere più il sussidio a partire da questo mese, con un risparmio previsto per lo Stato di circa 2 miliardi di euro.