Pensioni: Federcontribuenti, serve commissione inchiesta Enasarco

204

“La Fondazione Enasarco provvede alla previdenza integrativa, cosi’ come stabilito dalle leggi e dagli accordi economici collettivi nazionali. Per questo abbiamo inviato al Parlamento la richiesta di istituire una commissione di inchiesta sull’Ente, per far luce sulla gestione del patrimonio Enasarco e sugli accordi con i sindacalisti che non hanno tutelato in tutti questi anni i lavoratori”. Federcontribuenti torna, con una nota, sul comportamento di Enasarco per far conoscere la sperequazione nei confronti di agenti ed ex agenti che si ritrovano, magari dopo 19 anni, a non veder riconosciuti i loro versamenti integrativi. “Il 95% del patrimonio Enasarco – continua la nota di Federcontribuenti ponendo alcuni quesiti – costituito da beni immobili, sono stati acquistati con i soldi degli agenti e degli ex agenti? Bisogna indagare considerato le centinaia di migliaia di ex lavoratori che anche per 18 anni hanno versato i contributi obbligatoriamente per una pensione complementare mai ricevuta, nemmeno in parte. La Enasarco e’ priva di trasparenza – continua Federcontribuenti – e pertanto chiediamo fermamente una riforma dell’Ente; un immediato progetto di portabilita’ dei contributi versati verso Inps per tutti quei lavoratori che hanno versato soldi frutto del proprio meritato lavoro, tra l’altro mal tutelato dai sindacati”.