Paniere dei prezzi: ci sono food delivery, monopattini e auto elettriche

L'aggiornamento dell'Istat per il 2020: ci sono anche i servizi estetici per uomo e il sushi take away

265

L’Istat aggiorna il paniere per l’inflazione 2020. A rappresentare le nuove abitudini di spesa delle famiglie entrano le auto elettriche ed ibride, i monopattini elettrici, il sushi take away e la consegna di pasti a domicilio, il cosiddetto food-delivery ad opera dei ciclo-fattorini. Tra le novità anche il servizio di barba e baffi e i trattamenti estetici per uomo. L’Istituto ha anche incluso gli apparecchi acustici, l’applicazione dello smalto semipermanente e lavatura e stiratura di camice. Nessun prodotto esce invece dal folto gruppo di prodotti su cui viene misurata l’inflazione.

Nel 2020, sono 80 i comuni che contribuiscono alla stima dell’inflazione per il paniere completo (79 nel 2019); la copertura territoriale dell’indagine e’ pari all’83,2% in termini di popolazione provinciale. La copertura territoriale sale al 90,3% per un sottoinsieme di prodotti (tariffe e alcuni servizi locali), il cui peso sul paniere NIC e’ del 5,6%, per i quali altri 12 comuni effettuano la rilevazione dei prezzi.
Nella struttura di ponderazione del paniere NIC aggiornata al 2020 si segnalano l’aumento del peso della divisione di spesa trasporti e il calo di quella abitazione, acqua, elettricita’ e combustibili. La divisione di spesa prodotti alimentari e bevande analcoliche continua ad avere il peso maggiore nel paniere (16,21%), seguita da trasporti (14,96%), servizi ricettivi e di ristorazione (11,95%) e abitazione, acqua, elettricita’ e combustibili (9,95%).