Nelle aree del decreto un terzo del Made in Italy a tavola

234

”I territori delimitati dal nuovo decreto interessano la food valley italiana, che garantisce l’approvvigionamento sui mercati nazionali ed esteri con la produzione di circa 1/3 del Made in Italy agroalimentare”. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti, secondo cui nelle zone interessate ”si concentra il maggior valore della produzione nazionale alimentare di qualità (Dop/Igp)”. “Per assicurare le necessarie forniture alimentari al Paese è importante che siano stati recepite nel decreto le nostre sollecitazioni al ministro delle Politiche Agricole Teresa Bellanova per dare continuità alle attività produttive nelle campagne dove vanno seguiti i cicli stagionali, dalla semina alla raccolta e garantita la cura delle piante e l’assistenza e l’alimentazione degli animali allevati nelle stalle, ma anche i mercati di vendita diretta, la trasformazione industriale e le consegne per la distribuzione commerciale”, afferma il presidente della Coldiretti, Ettore Prandini, in una nota.