Natale, Uecoop: “In Italia cresce la moneta elettronica”

274

Gli italiani hanno nel portafoglio oltre 98 milioni di tessere bancomat, carte di credito e carte prepagate multiuso con una crescita del +19% negli ultimi cinque anni con acquisti sempre più all’insegna della moneta elettronica al posto delle tradizionali banconote. E’ quanto emerge da una analisi dell’Unione europea delle cooperative (Uecoop) su dati Bankitalia in occasione del Natale alla vigilia del ‘Panic Saturday’ l’ultimo fine settimana utile per comprare i regali per mogli, mariti, parenti e amici. “Il balzo maggiore lo hanno fatto le carte prepagate multiuso cresciute del 21,8% in cinque anni e arrivate a 27,5 milioni di pezzi nel 2018 mentre quelle di credito sono arrivate a quota 14,8 milioni con un incremento del +21% – evidenzia Uecoop in un comunicato – anche se sono le tessere bancomat in assoluto il più diffuso sistema di pagamento senza contanti con oltre 56 milioni di pezzi, in pratica quasi uno ogni abitante, neonati compresi”.

“Esiste ancora una quota importante di pagamenti che vengono effettuati in contanti, soprattutto per cifre sotto i cento euro o per servizi offerti a domicilio – sottolinea Uecoop – ma la crescita tumultuosa dell’on line sta spostando il peso delle transazioni su bancomat e carte di credito”. La moneta elettronica, sottolinea Uecoop, “è usata in modo trasversale per tutte le tipologie di acquisto: dai vestiti alle gomme dell’auto, dai trattamenti estetici alle palestre, dalle piastrelle ai gioielli, dai giocattoli agli alimentari in supermercati e panetterie, dall’assicurazione auto agli abbonamenti ai mezzi di trasporto”. Un sistema di pagamento spinto anche dall’on line con quasi 39 milioni di italiani che solo nell’ultimo trimestre hanno navigato su Internet almeno una volta contribuendo a una crescita del 17,5% del commercio elettronico nei primi dieci mesi del 2019 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno spiega Uecoop su dati Istat.