Lamborghini, accordo con i sindacati per la chiusura dell’azienda

Accordo per la gestione dello stop previsto fino al 3 aprile attraverso la Cassa Integrazione per tutti i 1.774 dipendenti del sito di Sant'Agata Bolognese

420

I sindacati Fiom-Cgil e Fim-Cisl e la Lamborghini hanno firmato un accordo per la gestione della chiusura dell’azienda – prevista al momento fino al prossimo 3 aprile – attraverso la Cassa Integrazione richiesta per tutti i 1.774 dipendenti del sito di Sant’Agata Bolognese, oltre che attraverso altri strumenti contrattuali condivisi. L’intesa, spiegano in una nota le due organizzazioni sindacali, prevede “l’anticipazione per tutti i dipendenti – operai e impiegati – degli importi di cassa integrazione e la maturazione integrale di tutti gli istituti contrattuali come ferie, permessi, 13esima e 14esima mensilita’; una integrazione economica degli importi pari a 10 euro lordi per ogni giorno di cassa; la possibilita’, su base volontaria di utilizzare al posto della cassa integrazione ordinaria ferie e permessi dell’anno 2020 e di avvalersi dello strumento dei ‘permessi speciali'”. Inoltre, sono previsti ” l’impegno a concordare istituti contrattuali collettivi alternati al ricorso alla cassa integrazione ordinaria; la possibilita’ di utilizzare lo smart work oltre il limite di 24 giornate annue e la possibilita’ di cumulare lo strumento dello smart work con altri istituti; la messa a disposizione di 12 ore mensili di formazione in modalita’ e-learning”. L’accordo richiama anche quanto gia’ condiviso lo scorso 11 marzo a partire dal pagamento anticipato del Premio di Risultato 2019 con la mensilita’ del mese di marzo invece che con la mensilita’ del mese di aprile. Per i sindacati e’ “un’intesa estremamente importante perche’ affronta la complessita’ e la straordinarieta’ della situazione con tutti gli strumenti a disposizione, gli ammortizzatori sociali e tanti istituti frutto della innovativa contrattazione aziendale”.