La Corte dei Conti: “I pagamenti a colf e collaboratori domestici siano tracciabili”

283

Il gettito dell’obbligo di pagamenti tracciabili per ottenere le detrazioni al 19% “potrebbe essere sovrastimato” e “finalita’ analoghe potrebbero essere conseguite estendendo l’obbligo di pagamento tracciato ad altri fenomeni economici che non danno luogo direttamente a detrazioni fiscali” come il pagamento degli affitti o dei “collaboratori familiari, settori ove notoriamente si registra una diffusa evasione fiscale, in particolare attraverso la ‘sotto indicazione’ dei canoni e dei compensi effettivi”. Cosi’ la Corte dei Conti in audizione sulla manovra.