Istat: case, prezzi in calo del 17,2% rispetto a 2010

I prezzi dalle abitazioni esistenti sono diminuiti del 23,7%, mentre quelli delle costruzioni nuove hanno registrato un aumento, seppur debole, dello 0,8%

203

I prezzi delle abitazioni nel primo trimestre del 2019 sono diminuiti del 17,2% rispetto alla media del 2010, il primo anno per il quale è disponibile la relativa serie storica. Lo riferisce l’Istat. Nel dettaglio, i prezzi dalle abitazioni esistenti sono diminuiti del 23,7%, mentre quelli delle costruzioni nuove hanno registrato un aumento, seppur debole, dello 0,8%.

Anche su base annua (-0,5% rispetto al trimestre precedente e -0,8% nei confronti del primo trimestre 2018) il calo del prezzo delle abitazioni è da attribuirsi unicamente ai prezzi delle abitazioni esistenti che registrano un -1,3% (era -0,7% nel trimestre precedente), mentre i prezzi delle abitazioni nuove aumentano dell’1,7% mostrando un’accelerazione rispetto al +0,6% del quarto trimestre 2018.

Questi andamenti, sottolinea però l’Istituto di statistica, si manifestano in un contesto di crescita persistente dei volumi di compravendita (+8,8% l’incremento tendenziale registrato per il primo trimestre del 2019 dall’Osservatorio del Mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate per il settore residenziale).