Inquinamento, Greenpeace: costa 8 miliardi di dollari al giorno

Una cifra pari al 3,3% del Pil mondiale secondo la stima dei costi che paga il nostro pianeta a causa della combustione di combustibili fossili

327

Otto miliardi di dollari al giorno, 2.900 all’anno, pari al 3,3% del Pil mondiale. È questa la stima dei costi che paga il nostro pianeta a causa dell’inquinamento atmosferico derivante dalla combustione di combustibili fossili, ovvero carbone, petrolio e gas. A dirlo è Greenpeace, che ha pubblicato il rapporto “Aria tossica: il costo dei combustibili fossili”. Inoltre, secondo quanto riportato dalla Ong, l’aria insalubre che respirano gli abitanti della Terra provoca 4,5 milioni di morti premature ogni anno.

Una situazione critica anche per l’Italia, dove si stima che il costo dell’inquinamento atmosferico da combustibili fossili sia ogni anno di circa 56mila morti premature e 61 miliardi di dollari. “È essenziale che il governo italiano non faccia passi indietro sull’abbandono del carbone al 2025, come invece l’ultima versione del PNIEC sembrerebbe suggerire”, dice Federico Spadini, della Campagna Trasporti di Greenpeace Italia.