Industria: azienda forlivese salva la ditta concorrente dal fallimento

398

Un’azienda salvata dal concorrente: accade a Stema Group, produttrice di meccanismi per poltrone e divani letto di Ronco Briantino (Monza-Brianza), che rischiava la bancarotta e poi di sparire. A salvarla, a poco meno di un mese dalla dichiarazione di fallimento e dai sigilli all’impianto produttivo, e’ stata la concorrente Renato Nisi, societa’ di Forli’ che produce e commercializza meccanismi per letti e divani letto di diverse tipologie e di materassi. Lo riporta il Corriere di Bologna. La Renato Nisi, che punta sull’export grazie ad una intensa attivita’ commerciale con i mercati di Spagna, Russia, Romania, Polonia e Albania, ha oltre 100 dipendenti e, come clienti finali, le aziende produttrici di divani. “In una corsa contro il tempo che abbiamo vinto poco prima della chiusura estiva – dice Cristian Nisi, proprietario e ad dell’ impresa romagnola – siamo riusciti a concludere un contratto di affitto di ramo di azienda con il tribunale di Monza e a salvare piu’ della meta’ dei dipendenti di Stema Group, mantenendo attiva la societa’ durante il mese di agosto per recuperare il ritardo sulle forniture. Questa operazione e’ un esempio di ottima collaborazione tra imprenditoria, istituzioni e rappresentanze sindacali”. L’intervento di Nisi ha consentito di mantenere la sede brianzola di Stema Group e di trattenere in organico 34 dipendenti su 54: agli altri dovrebbe pensare la Regione Lombardia con la concessione di ammortizzatori sociali o altre politiche attive per il lavoro. “L’azienda – afferma Nisi – ha grosse potenzialita’, tanto che pensiamo di triplicare il fatturato nel giro dei prossimi cinque anni”. Secondo il registro delle imprese Stema Group, che avrebbe commesse per garantire la produzione fino a tutto il 2020, avrebbe un range di fatturato compreso fra i 6 e i 30 milioni di euro.