Il Coronavirus fa volare la spesa nei negozi di quartiere

222

Spesa molto più abbondante del normale in tutti i negozi ed in particolare in quelli di quartiere e nei piccoli paesi ma nessun problema di approvvigionamento. Continua a volare l’online i cui volumi negli ultimi giorni sono quadruplicati E’ questo in sintesi il punto fatto da Fida Confcommercio, sull’ andamento delle vendite nella media distribuzione e nei negozi di alimentari.  “Il ritmo delle vendite continua ad essere altissimo, soprattutto nei punti vendita dei paesi. Non ci sono problemi di approvvigionamento delle merci, se c’è qualche ritardo è fisiologico perché magari può capitare che ci sia personale ridotto nei magazzini per turni o malattie, e quindi di conseguenza questo provoca ritardo negli arrivi delle merci sugli scaffali. Direi che tutto comunque funziona bene” afferma la presidente di Fida Confcommercio, Donatella Prampolini “Il boom c’è per le consegne a domicilio, ovviamente in sicurezza, che sono quadruplicate rispetto ai tempi dì normalità – continua Prampolini – in molte località abbiamo fatto accordi con Comuni, onlus, e associazioni che mettono a disposizione volontari per portare la spesa magari ad anziani o persone che non possono muoversi per varie ragioni”. “Ora anche grazie all’appello che abbiamo da subito portato avanti come Fida Confcommercio – conclude – riusciamo a chiudere la domenica sia per dare respiro ai nostri dipendenti che per fare azioni di sanificazione degli ambienti”.